giovedì 2 giugno 2011

A Roma il Premio Simpatia



Kim Rossi Stuart, Roberto Vecchioni, Nancy Brilli, Cristiana Capotondi e tanti altri personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e delle istituzioni sono i vincitori del Premio Simpatia 2011. Un premio assegnato per la 41esima volta alle eccellenze cittadine ma soprattutto ai talenti sommersi e alle storie umane che rappresentano il silenzioso cardine, spesso dimenticato, del vivere quotidiano. Il riconoscimento, ideato dallo studioso della romanità Domenico Pertica, verrà conferito il 6 giugno alle 18 presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio alla presenza di Dino Gasperini, Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale. La manifestazione sarà introdotta alle 17 sulla piazza del Campidoglio dalla Banda musicale della Polizia Municipale di Roma Capitale e aperta in sala dal Gruppo Rinascimentale "Tres Lusores" di Cori.

Ricca e articolata la rosa dei 36 premiati che anche per quest’anno affolleranno le diverse categorie selezionate dalla Giuria composta, tra gli altri, da Carlo Verdone, Christian De Sica, Cesare Andrea Bixio, Pippo Baudo, Gigi Magni, Marisela Federici, Gigi Proietti, Micol Fontana. La preziosa rosa in bronzo, opera dello scultore Assen Peikov e simbolo del premio, verrà assegnata, per lo spettacolo, a Kim Rossi Stuart, che, con la regia di  Michele Placido, ha interpretato il "Bel Renè" nel film “Vallanzasca – gli angeli del male”. E ancora premi per il teatro e lo spettacolo a Serena Autieri, Enzo Garinei, Rocco Papaleo. 

Menzione particolare per il più “Simpatico d’Italia”: si tratta di Pio Schiano Moriello, il bagnino più anziano d’Europa. E per le storie e tradizioni il principe Carlo Giovanelli, Leonardo Levi Mortera, l’orologiaio poeta, Elio Magagnoli per la Sacra Passione di Sezze e le Sorelle Giusti di Sezze. L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, premierà le Forze dell’Ordine, il generale di Corpo d’Armata Domenico Rossi, Sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito, e l’ambasciatore d’Austria Christian Berlakovits per il suo innato mecenatismo. Per la ricerca, l’università e la medicina il rettore Università Lumsa Giuseppe Dalla Torre, Marco Squicciarini della Croce Rossa italiana e Giovanni Di Giacomo, chirurgo ortopedico. Per la letteratura, storia e giornalismo Lucio Villari, Maria Latella e Lino Cascioli. 

Per la solidarietà suor Eugenia Bonetti e Antea Onlus. Per l’arte e l’architettura Achille Bonito Oliva e Anna Coliva. Per le tradizioni artigiane omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia con Giulia Ventricini, titolare della storica fabbrica di bandiere MIB che ha avvolto il Milite Ignoto ed è stata protagonista al G8 e perfino nello spazio. Per la musica Roberto Vecchioni e David Zard. Per lo sport Beatrice Ion, campionessa nazionale minibasket disabili del S. Lucia e per gli imprenditori Francesco Liberati, Presidente BCC di Roma.