mercoledì 30 novembre 2016

Tolstoj e Gandhi


Dopo "Totò massone" e "Bruce Lee", ancora un incontro "speciale" alla Libreria Rotondi di Roma (via Merulana 82): alle 18.30 del 14 dicembre si parlerà di "Tolstoj e Gandhi" con una  relatrice d'eccezione: Marta Albertini Froy, pronipote di Tolstoj, che racconterà testimonianze inedite e rivelerà aneddoti di famiglia. 

Gandhi, giovane avvocato che, nella prima decade del 1900, incoraggiava i suoi connazionali a combattere contro le discriminazioni razziali in Sud Africa, incontra le idee di Tolstoj leggendo la sua opera "Il regno di Dio è dentro di noi". Nell'ottobre del 1909 inizia tra i due una fitta (anche se breve) corrispondenza, nella quale l'anziano apostolo della non violenza trasmette a Gandhi gli ideali di verità e di amore che hanno illuminato gli ultimi anni della sua vita. Gli insegnamenti e i consigli di Tolstoj accompagneranno Gandhi durante le sue numerose, mirabili battaglie.

Marta Albertini Froy è una studiosa di storia dell'arte islamica, disciplina nell'ambito della quale ha conseguito diplomi specialistici presso la Scuola del Louvre di Parigi e la School of Oriental and African Studies di Londra. Oltre che di Oriente, si è occupata anche di letteratura russa. 

Fondata da Amedeo Rotondi alla fine degli anni ’30, la Libreria Rotondi è specializzata in Oriente, esoterismo, filosofie e religioni e offre una ricca proposta di testi introvabili e fuori catalogo di tutti i generi; per questo è detta "Libreria delle Occasioni" (come recita l’insegna). È stata riconosciuta “negozio storico” dal Comune di Roma. 

giovedì 24 novembre 2016

Harry Potter e la Pietra Filosofale: il concerto


Prima assoluta italiana - il 2, 3 e 4 dicembre presso l’Auditorium Conciliazione di Roma (via della Conciliazione 4) - del Cine-Concerto "Harry Potter e la Pietra Filosofale". Lo spettacolo fa parte della "Harry Potter Film Concert Series", un tour mondiale di Cine-concerti lanciato da CineConcerts e Warner Bros. Oltre 80 musicisti, diretti da Justin Freer, eseguiranno dal vivo la straordinaria colonna sonora del premio Oscar John Williams, in sincrono con le immagini, i dialoghi e gli effetti speciali dell’intero film proiettato su un grande schermo in alta definizione.

mercoledì 23 novembre 2016

Natale, Capodanno, Befana a Cervinia

La vista del Monte Cervino fuori dal residence 

Preparatevi a trascorrere il Natale, il Capodanno, o la Befana sulle bianche nevi di Cervinia, in Val d'Aosta, ad oltre 2.000 metri d'altezza. Prezzi personalizzati (soggiorni minimi di almeno 3 giorni). Residence per 6 persone di fronte al monte Cervino e poco distante dal centroInfo al 333.9219557. Disponibilità limitata..... Dal 26 dicembre al 10 gennaio.


L'appartamento (di circa 40 mq) ha una cucina (completa di stoviglie, lavastoviglie, piastre elettriche e frigorifero), un grande bagno con doccia, una camera matrimoniale, un'altra camera (creata con armadio fino al soffitto e porta scorrevole di chiusura) con due letti a castello, un soggiorno/living con tavolo da pranzo e due divani-letto (singoli)tv, balcone. Al piano terra il comodo ski box (il deposito per sci e scarponi). Gli impianti sono raggiungibili con gli sci ai piedi ed è facile parcheggiare grazie all'ampio parcheggio esterno. 

Cervinia è un vero paradiso per tutti i tipi di sciatori, dai più esperti ai principianti: oltre 300 Km di piste che dal paese portano anche a Zermatt (in Svizzera) e a ValtournencheGli amanti di pattinaggio su ghiaccio e sci di fondo dispongono di piste al centro del Paese. La località offre ogni tipo di servizi: discoteche, piscina, palestra, salone di bellezza, sauna, sala giochi..A circa 30 Km si trova la cittadina termale di Saint Vincent, dove ha sede il Casinò più grande d'Europa.

La piantina dell'appartamento

COME ARRIVARE. Collegamenti diretti dalle principali città (Milano, Genova). Le linee locali partono dal terminal di Chatillon. Uscita autostrada A5 "Chatillon - St.Vincent" proseguire sulla strada regionale 46 per Cervinia. Stazione di "Chatillon-St.Vincent" proseguire in auto o autobus.

sabato 19 novembre 2016

Socrate 2896


“Devo scoprire che animale sono.” 

Un dialogo notturno tra due insoliti amici prima dell’addio. Un racconto filosofico sui legami tra uomini e animali, sulla catena dei viventi. Dal 10 novembre è in libreria "Socrate 2896", di Margherita d'Amico per Bompiani Editore

Lucilla è una bambina speciale, Socrate è un toro maremmano di nove quintali dalle lunghe corna bianche. Hanno sette anni, sono cresciuti insieme e all’alba di domani la vita di entrambi cambierà. Questa è dunque la notte dell’addio, o forse di un nuovo inizio. A nome degli animali e della natura, Socrate ha affidato a Lucilla un prezioso messaggio per l’umanità sbandata. A lungo ci hanno ragionato insieme, mentre, stagione dopo stagione, la loro amicizia si trasformava nel preparativo di una missione. Non va sprecato neppure un minuto, prima che sorga il sole, per ripassare quanto la piccola ambasciatrice riferirà all’uomo, offrendogli la luminosa chiave capace di mutare il suo destino. 

L'AUTRICE
Margherita d’Amico è nata a Roma nel 1967. Scrittrice, giornalista e animalista è autrice di romanzi, saggi, reportage e documentari, oltre che di narrativa per ragazzi. Ha collaborato con il "Corriere della Sera" dal 1989 al 2012, ora collabora con "la Repubblica". Bompiani ha pubblicato La pelle dell’orso; Sette di noi; Rane, cavalli e altri adolescenti; Gulu. Quando Kony portò l’inferno.