venerdì 16 agosto 2013

Torna a Carpineto Romano il BUSKER FESTIVAL


Il prossimo 25 e 26 agosto, nei vicoli storici di Carpineto Romano, in provincia di Roma, torna l’arte di strada. Sono trascorsi 24 anni da quando, per un’idea dell’allora Assessore alla Cultura, Quirino Briganti - oggi Sindaco - con il coinvolgimento del busker argentino Fabian, nacque uno dei più antichi festival d’arte di strada d’Italia, dando vita a un sodalizio tra i musicisti e le strade di questa antica cittadina laziale.

In piena tradizione “baschera”, una festa unica di musica e colori, che quest’anno si svolgerà nel ricordo di chi - del Busker Festival, da vero artista di strada – è stato protagonista indimenticato negli anni: Franco Fosca, prematuramente scomparso pochi mesi fa. Ospiti di quest’edizione, saranno come sempre giocolieri, artisti di strada, performer ma soprattutto musici. “L’arte di strada non conosce limiti di genere” spiega l’Assessore alle Politiche Culturali Matteo Battisti “nasce dalla bellezza e della natura e dalle capacità del performer che cattura e ammalia dai giovani alle famiglie, ai bambini, rendendoli parte integrante del gioco e dello spettacolo”.

“L’arte di strada nasce per il popolo e nel popolo trova la sua forza” spiega il sindaco Briganti, “ha le sue origini nel Medioevo e nel Rinascimento, quando i “bascheri” arrivavano nella nostra comunità destando stupore e meraviglia agli occhi ignari della popolazione. Quelle suggestioni vengono oggi riproposte negli stessi luoghi: l’antico centro storico, dove i nostri avi, attraverso l’arte di strada, scoprirono il teatro, la musica e le fantasie dei giocolieri.” Dalle acrobazie “culinarie” degli Acrocuochi, fino ai giochi di fuoco con Il Chiostro e Il Giardino di Nasi, poi ancora la mescla metropolitana di slapstick, danza voce e clown di Noeppo e Ciui…e molti altri. Info: www.carpinetoromano.it