venerdì 3 aprile 2015

Linus compie 50 anni!


I fumetti non invecchiano mai, così come i loro protagonisti.... Sono 50 anni che Linus (e i Peanuts) hanno 6, 7, 8 anni e continuano a farci sorridere e a mettere alla berlina i comportamenti, i vizi, i difetti, ma anche le passioni, la generosità, l'amore degli esseri umani. 50 anni fa usciva anche il primo numero della rivista italiana - era l'aprile del 1965 - che nel corso di mezzo secolo ha presentato al pubblico del Belpaese il meglio del fumetto mondiale, a partire naturalmente dalle strip americane e dai Peanuts di Charles M. Schulz. Sulle pagine di "Linus" si sono avvicendate in tutti questi anni firme prestigiose che hanno raccontato e commentato la cultura e la società di 10 lustri.

Ad aprile 2015 Linus festeggia i suoi (primi) 50 anni con un numero speciale, fin dalla copertina realizzata da Sergio Ponchione: più di cento personaggi scelti tra quelli ospitati dalle pagine della rivista, da Snoopy a Corto Maltese, da Valentina a Braccio di Ferro, da Dick Tracy ai ragazzi di Andrea Pazienza, tutti assiepati sulla celeberrima Coperta. In regalo per i lettori anche un poster di mezzo metro. 

Oltre alle consuete strip, alle rubriche culturali, alla satira e all'analisi politica ed economica, all'interno del numero celebrativo, quattro storie a fumetti firmate dai "Fratelli del cielo" (Tuono Pettinato, Ratigher, Maicol & Mirco e Dr. Pira): gli autori di alcuni dei romanzi e racconti a fumetti più acclamati dell'Italia del ventunesimo secolo si sono divertiti a far incontrare (e scontrare) i loro personaggi preferiti con Linus. Inoltre, un racconto inedito di Gianluca Morozzi (sui fumetti, ovviamente) e una candidatura allo Strega, nientemeno: Giorgio Scianna propone alla giuria del premio letterario proprio Snoopy e il suo romanzo dall'arcinoto incipit "Era una notte buia e tempestosa". Perché "il riferimento alla razza canina non può essere utilizzato al fine di ghettizzare un autore la cui genialità non può essere messa in discussione".

In edicola dal 4 aprile. Formato e-book disponibile dal 12 aprile sul sito www.baldinicastoldi.it