mercoledì 28 dicembre 2011

Nasreddìn: "Il prezzo è giusto"


Volendosi prendere gioco di lui, il Tamerlano chiese a Nasreddìn: «Hodja, se io fossi uno schiavo, quanto saresti disposto a spendere per acquistarmi?».
«Non più di cinquanta piastre d’argento», rispose Nasreddìn.
«Stolto che non sei altro!», sbottò il Tamerlano. «Una somma del genere corrisponde a malapena al valore degli abiti che ho indosso!».
«Appunto», disse Nasreddìn.



Angelo Iacovella