venerdì 2 marzo 2012

Romacomics & games 2012



Torna a Roma al grido di “Spread!” la più antica fiera del fumetto romana. Dal 2 al 4 marzo, al Palalottomatica di Roma, l'attualità si fa fumetto con il RomaComics & Games 2012 e diventa un gioco aperto a tutti coloro che vorranno cimentarsi, creatività e matita alla mano, con la sfida lanciata dagli organizzatori della manifestazione. Un’edizione ricca di sorprese e novità, che si apre agli aspiranti disegnatori e autori, che potranno presentare i loro lavori presso gli stand di K1995, dando vita a un concorso in cui verrà premiata la migliore vignetta contenente l’onomatopea più gettonata degli ultimi 6 mesi: “Spread!”

Ma RomaComics & Games è anche (e soprattutto) il luogo ideale per scovare pezzi pregiati, copie introvabili e "numeri zero"  dei propri fumetti preferiti. Quest'anno saranno presenti anche aree dedicate all’arte del Cosplay, il vinile da collezione, e uno spazio aperto a grandi e piccoli autori, penne note e meno note del settore che avranno la possibilità di incontrare direttamente i propri fan e trovare potenziali editori. Tutto in una non-stop di tre giorni dedicata a grandi e piccini, a chi del fumetto ha fatto un lavoro, a chi ne fa un passatempo insostituibile, a chi è cresciuto con Dylan Dog, Topolino e oggi vuole scoprire cosa hanno in serbo le nuove generazioni.

Tra gli ospiti e le presentazioni, grande spazio avrà il fumetto italiano, con nuove proposte, tra cui Kassandra (una vampira ai giorni nostri) che verrà distribuito gratuitamente all’ingresso, e un’ospite speciale: Antonio Montanaro, che presenterà uno dei suoi lavori più controversi: "Ephebus, I fiori dell'Impero". Ancora spazio ai disegnatori con Andrea Domestici e la squadra di Alice Dark - di cui saranno presentate in anteprima le action figures - lo stand di Cronaca di Topolinia e, tra le novità, il n°3 di Vampire’s Tears “La bella e la bestia”, con la presenza degli autori.

In primo piano, in collaborazione con 16Game, l’immancabile area game: 600 metri quadrati dedicati ai giochi di ruolo, alle tecnologie  più avanzate, al materiale collezionistico - dalle scintillanti Katane alle Action Figures - per chi vuole fare del gioco un’occasione di socializzazione. Tra le iniziative da segnalare, l’invasione colorata dei Cosplayer, giovani e adulti trasformati in tutto per tutto in eroi dei manga giapponesi: una delle realtà culturali giovanili, strettamente collegata al mondo Emo e Neo-Gothic.