martedì 14 maggio 2013

Ferite a morte


In scena giovedì 16 maggio alle ore 15, alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Roma Tre, "Ferite a morte", il progetto teatrale di Serena Dandini, che, dopo essere stato portato a teatro, viene eccezionalmente ospitato nell’Aula Magna dell'ateneo capitolino (via Ostiense 234) interpretato da studentesse, docenti, studenti e personale della stessa Università e da Giorgia Cardaci e Orsetta De Rossi, con la partecipazione di Serena Dandini. Un'iniziativa contro la violenza sulle donne, dopo la quale sarà presentato il libro omonimo dell'autrice.

Con la collaborazione ai testi e alle ricerche di Maura Misiti, ricercatrice del CNR, la Dandini - nota al grande pubblico per aver condotto programmi come "Avanzi" e "L'ottavo Nano", sui canali Rai - ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Come in una Spoon River del femminicidio, ognuna di loro racconta la sua storia là da dove si trova ora e riprende vita e spessore, uscendo dalla arida catalogazione meiatica. Un modo per ricordare all'Italia e alle sue Istituzioni come una donna sia vittima del "sesso forte" ogni due, tre giorni.