mercoledì 29 maggio 2013

Non volare via, di Sara Rattaro

 
Una storia che parla di un amore grande e imperfetto, di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra, di una madre che non ha dimenticato di essere una donna. E' il nuovo libro di Sara Rattaro, Non volare via, edito da Garzanti.

Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui sente come gli altri. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, esce: “Pecché vola via?”. Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità, ma Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui.

L'AUTRICE
Sara Rattaro è di Genova; nel 2009 scrive il suo primo romanzo "Sulla sedia sbagliata", nel 2011 scrive il suo secondo romanzo "Un uso qualunque di te" che ben presto scala le classifiche e diventa un fenomeno del passaparola.