domenica 2 giugno 2013

Olivetti, Moulinex, Chaffoteaux et Maury

“Quim Monzó è il grande innovatore della narrativa catalana. Ed è uno dei massimi scrittori di racconti del mondo”. El Pais

Secondo il dizionario, è puntuale chi fa le cose esattamente al tempo dovuto, il che significa che se hai un appuntamento alle sette sei puntuale se ti presenti alle sette. Fin qui, tutto chiaro. Quello che già non è più tanto chiaro è come definire colui al quale è stato dato appuntamento alle sette e che alle sei gira già per le strade vicine al luogo concordato, e alle sei e mezzo si ferma accanto all’edicola, che è poi il luogo concordato, più che altro perché è venerdì, e il venerdì le edicole fioriscono come giardini a primavera”. Torna da domani, 30 maggio, in libreria - dopo vent’anni e più fresco che mai - il primo libro di Quim Monzó, il genio del racconto: "Olivetti, Moulinex, Chaffoteaux et Maury", per l'editore Marcos y Marcos, nella traduzione di Gina Maneri.

La ribellione contro il codice della strada in una notte alcolica di Barcellona. La vita di uno yuppie sconvolta dalle telefonate porno di una donna. Un impiegato che imbocca lucidamente la via del crimine. Uno scrittore che soccombe alla violenza degli elettrodomestici. La perfida lettera di una donna all’uomo che si è ucciso per lei… Provocatorio, visionario, caustico, Quim Monzó è uno dei personaggi più noti e amati a Barcellona. I suoi racconti sono scorci graffianti della contemporaneità che lo collocano d’autorità fra i grandi scrittori di oggi. Tradotto in oltre venti lingue, nel 2007 ha avuto l’onore di aprire ufficialmente la Fiera del Libro di Francoforte... con un racconto! Mille cretini, uscito lo scorso gennaio, ha conquistato critici e lettori.

Puntualmente si presenta al mondo, alle medie fa il suo tema sulla domenica in famiglia e che colpa ne ha se il padre seppellisce la madre in giardino, ed è in orario il suo treno, ma sul sedile accanto incrocia le gambe la donna salmone, e quando si ritira in montagna per scrivere non parte la caldaia, esplodono le valvole dei caloriferi, salta il tasto dell’Olivetti...