giovedì 5 dicembre 2013

Terapia di coppia


Fino al l'8 Dicembre, al Teatro dei Conciatori di Roma (via dei conciatori 5), in scena "Terapia di Coppia", per la regia di Antonio Serrano con Paolo De Vita e Anita Zagaria,  testi di Paolo De Vitaia. La crisi della coppia è un passo fondamentale di ogni unione che si rispetti, un "must" sociale che nessuno ha il diritto di negarsi. In un appartamento di un qualsiasi stabile di una qualsiasi città di un qualsiasi livello sociale, un Lui ed una Lei ingaggiano un duello di parole, gesti, consuetudini violate, di inganni, sorprese e colpi bassi. Tutto in nome della verità, della insondabile esigenza di “capire”, di dare una scossa alla routine, inceppando meccanismi ormai assodati, auto-proclamandosi portatori di nuova linfa ad una unione che se non vacilla sa di stantio... 

“Perché così non si può più andare avanti... Perché non mi guardi più, non mi tocchi più, non ti interessi di me, perché... non ci sei.” Lui o lei? Chi vorreste sopprimere? Lei o Lui? Chi buttereste senza esitazione e senza alcun rimorso dalla torre più alta? O tutti e due? La terapia della coppia è un fidanzamento che si rinnova; una “ prima volta” davanti a testimoni, mettendosi a nudo con saggezza e sicuramente con una straordinaria ipocrisia. La nuova strada della convivenza si basa su tecniche moderne, su teorie mutuate da riviste specializzate, ma più di tutto, si fonda sul dogma che uno dei due deve, vuole, esige ottenere quella supremazia che sente mancare al suo paniere. La coppia non è un asse di equilibrio. Somiglia di più al Tetris. Ed è una bellissima esperienza. A patto che siate voi a gestire le mosse e gli incastri dei pezzi.