sabato 16 maggio 2015

Animali nella Grande Guerra


E' uscito nelle sale "Animali nella Grande Guerra", un film-documentario diretto da Folco Quilici. Durante il primo conflitto mondiale - accanto agli uomini - ha combattuto un esercito di animali: muli, buoi, cani, cavalli, maiali, piccioni vennero utilizzati per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e per il sostentamento delle truppe. La forzata coabitazione con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in un possibile destino di morte e sofferenza: ufficiali e militari di truppa avevano così la possibilità di dare e ricevere affetto, ma anche quella di occuparsi di esseri più deboli e del tutto dipendenti da loro. Nel corso della Grande Guerra gli animali non soltanto “combatterono” a stretto contatto con il soldato, ma contribuirono all’alimentazione di svariate decine di milioni di militari. 

Un racconto anticonvenzionale del conflitto attraverso lettere, fotografie e diari degli stessi combattenti raccolti in un libro da Lucio Fabi: "Il bravo soldato mulo" (editore Mursia). Un lungometraggio che ricostruisce ricordi, storie, episodi di vita vissuta - dentro e fuori la trincea - tra uomini e animali, nei quali appaiono momenti di serenità e tenerezza, inaspettati durante uno dei più tragici periodi della storia contemporanea.

In onda su RaiUNO il 24 maggio.