venerdì 8 maggio 2015

La piuma


Giorgio Faletti, il poliedrico artista (scrittore, attore, compositore, cantante e comico) scomparso nel luglio scorso a soli 63 anni, ha lasciato ai suoi lettori - come ricordo postumo - forse la sua opera più bella, originale e dolente. Una favola morale, che accompagna il lettore attraverso le piccole, meschine, ignoranti bassezze degli uomini, sino a comprendere, attraverso il più innocente e semplice degli sguardi, il senso profondo delle cose. Del loro ruolo. E della fine. 

E' in libreria per Baldini & Castoldi "La piuma", breve romanzo dell'autore piemontese con tavole illustrate da Paolo Fresu. Seguiamo una piuma mentre traccia il suo percorso invisibile nel cielo. La vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale definiscono i piani di battaglia per la conquista del Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla. Ascoltiamo insieme a lei i tentativi del Curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede. Attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato. Il suo volo ci porterà a conoscere altri sventurati personaggi, finché non incontrerà lo sguardo dell’unico che saprà capire...