venerdì 26 giugno 2015

Il signore a rotelle


"Se è vero che l’indifferenza, la prevaricazione, l’inettitudine, l’egoismo, l’insensibilità, la burocrazia ottusa, paiono a tutti come ostacoli, per chi non può gestire in prima persona la propria vita sono più che altro delle barriere. Cui vanno aggiunte per soprammercato anche le barriere architettoniche.” Attilio Spaccarelli 

E' in tournée "Il Signore a Rotelle", spettacolo multimediale tratto dal libro autobiografico "Troppe Scale" di Attilio Spaccarelli (clicca qui per info): si parte domenica 28 giugno, alle 21.30, a Piazza San Giovanni in Laterano (ingresso libero). Stefania Papirio dell’Associazione ItinerArte, regista insieme a Lisa Colosimo (attrice e pedagoga), spiega di aver preso la decisione di portare sul palco il romanzo dopo aver incontrato l'autore, che da decenni convive con la sclerosi multipla. "Si tratta - spiegano - di una denuncia contro le barriere che tutti noi, anche senza accorgerci, costruiamo. In scena, gli attori chiedono di abolire tutti gli ostacoli che limitano la vita di una persona sulla sedia a rotelle. 

"La tenacia e l’irresistibile ironia di Attilio nel descrivere le sue disavventure quotidiane non potevano limitarsi ad un reading - spiega Cosimato -. Ha preso forma invece il “Progetto Spacca”: architetti, studenti, psicologi, ingegneri, impiegati, avvocati, informatici - affiancati da attori e musicisti, video maker, speaker - mostrano che le barriere architettoniche sono prima di tutto mentali".