venerdì 9 ottobre 2015

Haim Baharier: lezioni all'Eliseo di Roma


"Interpretare è il mestiere che credo di saper fare meglio: concentrarmi sul testo biblico, scassinarlo e trafugarne l’interpretazione innovativa, adatta al tempo nuovo. Dovremmo imparare, per Imitatio Dei, a creare, plasmare e organizzare il nostro mondo interiore". 

Sei appuntamenti con il rabbino Haim Baharier, psicanalista e matematico, studioso di ermeneutica biblica, che riempie i teatri e le aule universitarie, che le sue lezioni sulla Genesi al Piccolo Eliseo di Roma (via Nazionale 183) da mercoledì 14 ottobre a lunedì 9 dicembre. Si inizia - ça va sans dire - con il Prologo "La creazione", poi il 21 ottobre con le coppie: "Adamo ed Eva, Caino e Abele". Il 28 ottobre è la volta dei Miti, con "L’Arca di Noè", altri Miti l'11 novembre (Babele); il 18 novembre si parla di Patriarchi (Abramo) e si conclude il 9 dicembre con Isacco.

Haim Baharier propone e percorre la strada ermeneutica nell’intento di tornare alla fonte per rigenerarsi e provare a scalfire gli esiti di un prima lettura del testo biblico, da cui emergono il dio vendicativo del Vecchio Testamento, storie losche di perversione e crudeltà, vicende di giustizia arcaica.