domenica 11 ottobre 2015

Secretum


Dopo il successo di "Imprimatur", rientrato in classifica dopo 13 anni, arriva per la prima volta in Italia il secondo libro della serie ambientata tra il Seicento e il Settecento e basata sulla straordinaria e romanzesca figura dell’abate Atto Melani (Pistoia 1626 - Parigi 1714), cantante castrato, diplomatico e spia, consigliere segreto di papi, principi e re: "Secretum", di Rita Monaldi e Francesco Sorti (Baldini & Castoldi Editore). In questo volume (in libreria dal 15 ottobre) Melani è al centro degli intrighi politici che animarono la successione al trono di Spagna all’inizio del XVIII secolo, quando a Madrid la dinastia degli Asburgo di Spagna lasciò il posto a quella dei Borbone con la morte di Carlo II. 

Roma, luglio 1700, anno di Giubileo: strade e piazze sono invase da torme di pellegrini accaldati. Anche il colle più panoramico dell’Urbe è preso d’assalto: nella sua sontuosa villa il cardinal Spada, segretario di Stato pontificio, festeggia le nozze del nipote con il fior fiore di curia, nobiltà e diplomazia. Per giorni si alternano merende sull’erba e battute di caccia, commedie all’aperto e cene luculliane. Tra gli invitati Atto Melani, agente del Re Sole, tesse la sua tela. Dietro le quinte della festa si agita infatti ben altro. L’Europa è a un tragico crocevia: il Pontefice è in fin di vita e il giovane Re di Spagna, che regna sull’Impero più grande del mondo, sta morendo senza eredi. Le potenze europee già si contendono la preda, una guerra mondiale sta per scatenarsi e solo il Papa potrebbe scongiurarla. Il conclave alle porte è dunque il più importante degli ultimi secoli. E la partita si gioca a villa Spada.

In una gara di astuzie incrociate, l’arma vincente alla fine sarà l’inganno. Gli autori infatti, con l’aiuto di periti grafologi, hanno smascherato la frode che ha disegnato il volto del mondo moderno: la falsificazione di un celeberrimo documento storico, fino a oggi creduto autentico. La meticolosa ricostruzione storica si sposa a una profonda meditazione sulla condizione umana: pagina dopo pagina si penetrano i recessi delle congiure di Stato, scoprendo anche un criptico epistolario (vero) tra due personaggi che hanno fatto la Storia, abilmente giocato su allusioni letterarie e rimasto finora ignoto agli studiosi. Su tutto domina l’arte barocca dell’illusione: dagli inganni dei sensi a quelli della mente, si dipana il fil rouge della follia del mondo, e della vera saggezza scambiata per follia. Nulla in Secretum è ciò che sembra.

Gli autori saranno martedì 20 ottobre a Roma presso la Libreria IBS/Libraccio (via Nazionale 252).