mercoledì 6 aprile 2016

Processo al potere

Luca Barbareschi (direttore artistico dell'Eliseo) con Lucia Annunziata e Giuseppe Laterza

Per quattro mercoledì (dal 4 al 25 maggio), alle 19, la giornalista Lucia Annunziata - accompagnata da osservatori d’eccezione - propone (al Teatro Eliseo di Roma - via Nazionale 183) propone un viaggio in quattro tappe per capire cosa sia il potere, chi lo eserciti davvero ai nostri giorni, e come.

Un ciclo di incontri dal titolo - appunto - "Processo al potere", curato e condotto dalla ex presidente della Rai, ideato da Editori Laterza in collaborazione con il Teatro Eliseo. Durante ogni appuntamento, due ospiti di eccezione discuteranno di una figura che al giorno d’oggi incarna il potere. "Il Potere – riflette Annunziata – è sempre lo stesso, ed è sempre diverso. Esercizio di forza o di consenso (Max Weber), relazione giuridica (Raymond Aron) o di sottomissione, elemento evolutivo della costruzione umana o forza naturale “che tutto permea” (Ralph Waldo Emerson). In tutti questi suoi modi si mostra in forme diverse, intrecciato alla stessa storia umana. Perché della storia umana è il centro e il motore".

Il 4 maggio primo incontro dedicato al potere religioso e alla figura di Jorge Mario Bergoglio. Ospiti della serata Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della CEI, ed Eugenio Scalfari, scrittore, giornalista e fondatore del quotidiano “la Repubblica”. L'11 maggio sarà la volta del potere politico in Europa e dalla leadership di Angela Merkel. Ne parleranno Veronica De Romanis, economista che in due saggi ha delineato il cosiddetto "metodo Merkel", e Gian Enrico Rusconi, scienziato della politica e studioso da anni della società tedesca e della storia della Germania nel Novecento.

Il 18 maggio tocca al potere populista. E quale figura più adatta per descriverlo se non quella di Beppe Grillo? Ospiti della serata la politologa Elisabetta Gualmini e l’editorialista del Fatto Quotidiano Antonio Padellaro. Infine, il 25 maggio l’ultimo incontro Matteo Renzi e il potere della parola con Aldo Cazzullo, giornalista che ha dedicato molti dei suoi saggi alla storia d’Italia e all’identità nazionale, e Nicola Lagioia, scrittore e Premio Strega 2015.

Biglietto: 10 euro