mercoledì 30 novembre 2016

Tolstoj e Gandhi


Dopo "Totò massone" e "Bruce Lee", ancora un incontro "speciale" alla Libreria Rotondi di Roma (via Merulana 82): alle 18.30 del 14 dicembre si parlerà di "Tolstoj e Gandhi" con una  relatrice d'eccezione: Marta Albertini Froy, pronipote di Tolstoj, che racconterà testimonianze inedite e rivelerà aneddoti di famiglia. 

Gandhi, giovane avvocato che, nella prima decade del 1900, incoraggiava i suoi connazionali a combattere contro le discriminazioni razziali in Sud Africa, incontra le idee di Tolstoj leggendo la sua opera "Il regno di Dio è dentro di noi". Nell'ottobre del 1909 inizia tra i due una fitta (anche se breve) corrispondenza, nella quale l'anziano apostolo della non violenza trasmette a Gandhi gli ideali di verità e di amore che hanno illuminato gli ultimi anni della sua vita. Gli insegnamenti e i consigli di Tolstoj accompagneranno Gandhi durante le sue numerose, mirabili battaglie.

Marta Albertini Froy è una studiosa di storia dell'arte islamica, disciplina nell'ambito della quale ha conseguito diplomi specialistici presso la Scuola del Louvre di Parigi e la School of Oriental and African Studies di Londra. Oltre che di Oriente, si è occupata anche di letteratura russa. 

Fondata da Amedeo Rotondi alla fine degli anni ’30, la Libreria Rotondi è specializzata in Oriente, esoterismo, filosofie e religioni e offre una ricca proposta di testi introvabili e fuori catalogo di tutti i generi; per questo è detta "Libreria delle Occasioni" (come recita l’insegna). È stata riconosciuta “negozio storico” dal Comune di Roma.