giovedì 9 marzo 2017

Il suono dell'immagine


Da “Rino Gaetano” a “Non Essere Cattivo”, ovvero dalla genesi alla realizzazione di una colonna sonora. “Il suono dell’immagine”, concerto con proiezioni filmiche di Paolo Vivaldi e dell’ensemble "I Solisti dell’Augusteo" tra racconti ed esecuzioni si propone di spiegare, a partire dalla storia dello stesso compositore, questo percorso. Appuntamento domenica 12 marzo, alle 18 al Teatro Palladium - Università Roma Tre (piazza Bartolomeo Romano 8). 

Autore di musiche per spettacoli teatrali, pellicole cinematografiche e fiction televisive (da Luisa Spagnoli di Ludovico Gasperini a Boris Giuliano di Ricky Tognazzi), Vivaldi, tra pianoforte, microfono, computer, macchina da scrivere e interazioni sonore con l’organico dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, si cimenterà nella costruzione di un percorso che spiega come nascano e si sviluppino sonorità conformi all’intenzione dell’opera.

ll programma prevede estratti da alcune dei lavori più rappresentativi di Vivaldi, tra cui: Rino Gaetano (Marco Turco); La baronessa di Carini (Umberto Marino); La bella società (Gian Paolo Cugno); Edda Ciano e il comunista (Graziano Diana); K2, la montagna degli italiani (Robert Dornhelm); Gli anni spezzati (Graziano Diana); Olivetti, la forza di un sogno (Michele Soavi); Pietro Mennea, la freccia del Sud (Ricky Tognazzi) e Non essere cattivo (Claudio Caligari), film candidato agli Oscar 2016 per l'Italia. Special guests della serata saranno il sassofonista Marco Guidolotti e la cantante Pamela D’Amico, che canterà il brano “Kinema”.


I PROTAGONISTI 

Paolo Vivaldi è diplomato in Composizione al conservatorio di Santa Cecilia e scrive colonne sonore per cinema, televisione e teatroPer la televisione ricordiamo, tra le altre musiche, “Don Zeno – L’uomo di Nomadelfia” di Gianluigi Calderone, “De Gasperi” ed “Einstein” per la regia di Liliana Cavani, “David Copperfield” di Ambrogio Lo Giudice, “Barabba” di Roger Young, “Gli Anni Spezzati” di Graziano Diana, “La Leggenda Del Bandito e Del Campione” e “Luisa Spagnoli” di Lodovico Gasparini, “Boris Giuliano” di Ricky Tognazzi.
Per il cinema, “Ghost Son” per la regia di Lamberto Bava, “Salvatore Questa è la Vita” e “La bella società” di Gian Paolo Cugno, “Maternity Blues” di Fabrizio Cattani e “Non Essere Cattivo” di Claudio Caligari, “Il Permesso” di Claudio Amendola, “Lasciami Per Sempre” di Simona Izzo. Per il teatro “Una Tragedia Reale” per la regia di Giuseppe Patroni Griffi, “Zio Vania” di Sergio Fantoni, “Shakespeare Re di Napoli” di Ruggero Cappuccio, “Tre Sorelle” di Cechov, regia di Maurizio Panici, “L'avaro” di Moliére con Lello Arena, regia di Claudio di Palma.

I SOLISTI DELL'AUGUSTEO

Gruppo che può assumere fisionomie strumentali diverse ruotando intorno all'organico di base del quartetto d’archi. Fra le collaborazioni internazionali, Alexander Lonquich, Antonio Pappano e Lang Lang.