mercoledì 1 novembre 2017

Numeri. Tutto quello che conta da zero a infinito


I numeri racchiudono in sé bellezza e mistero. Fanno parte della nostra vita quotidiana, sono strumenti concreti di misurazione (e di potere, in ogni sua forma), ma anche di raffinate speculazioni filosofiche e artistiche. In un percorso che unisce curiosità e conoscenze scientifiche, Claudio Bartocci e Luigi Civalleri nel loro "Numeri. Tutto quello che conta da zero a infinito" (per Codice edizioni) ci accompagnano alla scoperta di una delle massime rappresentazioni culturali dell’uomo.

Un volume illustrato con più di 100 fotografie e riproduzioni di manufatti storici e opere d’arte per raccontare un viaggio alla scoperta dei grandi matematici del passato, l’evoluzione degli strumenti di calcolo nella storia, l’affascinante rapporto tra arte e numeri, le sorprendenti proprietà dei numeri, i paradossi, le congetture e gli enigmi, gli strumenti di calcolo - dall’abaco romano alla Divisumma Olivetti. I numeri non sono utilizzati soltanto per chiarire la realtà, rendendo più accurati e imparziali i nostri ragionamenti, ma anche per manipolare e occultare i fatti. Ignorarli con un’alzata di spalle indebolisce le nostre capacità di valutazione critica.

GLI AUTORI

Claudio Bartocci insegna fisica matematica e storia della matematica presso l’Università di Genova. Ha diretto con Piergiorgio Odifreddi l’opera in quattro volumi La matematica (Einaudi, 2007-2011). Il suo libro più recente è Dimostrare l’impossibile (Raffaello Cortina, 2014).

Luigi Civalleri insegna al master in Comunicazione della Scienza presso la SISSA di Trieste. All’attività di divulgazione affianca quella di traduttore (Jared Diamond, Brian Greene, Michael Pollan e altri). E' consulente editoriale e organizzatore di eventi scientifici.