venerdì 12 aprile 2013

Premio simpatia a Riccardo Cocciante



Con oltre cinque milioni di dischi venduti al suo attivo, Riccardo Cocciante è uno dei cantautori italiani più amati dal grande pubblico e continua a regalarci grandi successi, a cominciare da Notre Dame de Paris. Per questo, il musicista di origine vietnamita è risultato il vincitore della 43esima edizione del Premio Simpatia e riceverà la rosa in bronzo, opera dello scultore Assen Peikov e simbolo del riconoscimento - il prossimo 15 aprile, alle 18, nella Sala della Protomoteca. Ma non sarà solo: saranno infatti trentasette i premiati in diverse categorie, tutti selezionati da giurati come Carlo Verdone, Christian De Sica, Gianni Borgna, Pippo Baudo, Gigi Magni, Simona Marchini, Marisela Federici, Athos De Luca, Gigi Proietti.

L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, premierà le Forze dell’Ordine e poi, per la medicina, ricerca, e università, i professori Mario Stefanini e Laura Giacomelli, per letteratura e giornalismo Franco Di Mare, Lirio Abbate e Ilaria D’Amico, per lo spettacolo Alessandro Preziosi, Eleonora Giorgi, Ilaria Occhini, Francesco Pannofino, Filippa Lagerback. Per l’arte e cultura Gaia Maschi Verdi, pronipote di Giuseppe Verdi, Sara Iannone, presidente Associazione L’Alba del Terzo Millennio, la scultrice Marina Parentela e il professor Louis Godart.

Per la musica, oltre a Cocciante, anche il grande paroliere Mogol e la pianista Cristiana Pegoraro. Riconoscimento “Simpatico d’Italia” all’imprenditore Brunello Cucinelli. E ancora per le storie di vita vissuta, premio a Daniela D’Addeo, prima donna “gruista d’Italia”, e a Pier Paolo Dal Pane, storico allenatore di cavalli a Tor di Valle. Per le tradizioni artigiane romane riconoscimento a Alfredo e Cesare Bergamini, maestri di pesca fiumarola sul Tevere. Per la solidarietà, premiata a Erminia Manfredi per l’associazione Viva La Vita, il periodico dei Clochard Shaker e il professor Numa Cellini per la “Fondazione “Gigi Ghirotti”.