lunedì 13 gennaio 2014

La destra che tornerà (Dopo Silvio Berlusconi)


Presentazione (domani, 14 gennaio alle 17.30) del nuovo saggio del giornalista Fabio Torriero, “La Destra che tornerà. (Dopo Silvio Berlusconi)”, per Edizioni Pagine a palazzo Ferrajoli (piazza Colonna 355, a Roma). Sarà l'occasione per inaugurare il settimo “Circolo de Il Borghese”, aggregazione movimentista della storica rivista fondata nel 1950 da Leo Longanesi e diretta per oltre un trentennio da Mario Tedeschi. A inaugurarli, oltre a Torriero, saranno presenti Luigi Sassi, presidente onorario e promotore dei Circoli, il direttore Claudio Tedeschi e Luciano Lucarini, editore de Il Borghese. 

"Quel Borghese - commentano i coordinatori dei Circoli (romano e nazionale, Massimiliano Pirandola e Riccardo Corsetto) - su cui scrissero i più grandi nomi del giornalismo e della cultura italiana, da Giuseppe Prezzolini a Indro Montanelli, e che Tedeschi padre traghettò con ineguagliato successo dall’Italia rurale dei primi anni del Dopoguerra agli anni delle grandi trasformazioni sociali tra i ’60 e gli ’80". "La rivista - che rappresenta un patrimonio culturale nel panorama del pensiero politico - sta sostenendo la fondazione di circoli organizzati dai lettori, dai cittadini e dalle forze produttive del Paese, per colmare il vuoto di una politica inconcludente e non rappresentativa. I primi circoli de Il Borghese - dicono ancora Pirandola e Corsetto - nacquero nel ‘55 per scongiurare il comunismo e la corruzione dei partiti nella Prima Repubblica, oggi rinascono per arginare i pericoli del mondialismo, e la corruzione della Terza Repubblica”. 

Durante l'inaugurazione, Torriero illustrerà le tesi del suo libro-manifesto, analizzando la crisi che sta investendo il centro-destra italiano e individuando quei principi non negoziabili su cui incardinare una nuova fase costituente per una destra identitaria, ma non nostalgica.