sabato 24 maggio 2014

Il signor Bovary


In libreria Il signor Bovary, il nuovo racconto di Paolo Zardi per Intermezzi Editore. Due posti auto. Due auto (una monovolume a sette posti, e un’utilitaria da trentamila euro per la spesa). Vicini silenziosi. Niente gatti perché si fanno le unghie sui divani. Icona russa (copia) sopra il letto matrimoniale. Serie completa di iPhone. E, da febbraio, un’amante.

Cosa spinge un uomo con un lavoro sicuro e una famiglia formato mulino bianco a rischiare tutto per una donna? In un nord Italia fatto di villette a schiera e desolate periferie, un direttore di filiale si imbarca in un’improbabile relazione sentimentale, forse solo per il gusto di poter dire «Ho un amante». Ma come Madame Bovary, anche lui scopre che non sono l’amore e il tradimento, ma i soldi e i debiti, a portarli alla rovina. Costruito come una spietata partita a scacchi, Il signor Bovary apre uno squarcio sulla più fondamentale tra le domande: che cos’è l’amore?

L'autore

Paolo Zardi ha esordito con un racconto nella raccolta Giovani cosmetici (Sartorio, 2008). Ha pubblicato le raccolte di racconti Antropometria (Neo, 2010) e Il giorno che diventammo umani (Neo, 2013), il romanzo La felicità esiste (Alet, 2012) e diversi racconti in altre antologie collettive.