martedì 23 agosto 2016

In viaggio con Giulio Cesare, dai Fori Imperiali ai Musei Capitolini


A 400 anni dalla morte di William Shakespeare, Roma si veste di ricordi e di poesia intraprendendo un coinvolgente viaggio accompagnata dal protagonista di una delle più famose opere del drammaturgo inglese: Giulio Cesare. Appuntamento con “Shakespeare e l’immaginario di Roma” dal 29 agosto al 7 settembre, prima all’interno di aree abitualmente chiuse al pubblico dei Fori Imperiali, poi ai Musei Capitolini. Una “visita” originale nei luoghi che ospitarono i fatti dell’immaginario shakespeariano, rivisitati in una formula di "teatro mobile". Non si tratterà, dunque, di una messinscena tradizionale, ma di un esperimento scenico nei luoghi archeologici e museali più importanti di Roma: con la regia di Marcello Cava, prenderanno vita frammenti dai primi tre atti del Julius Caesar, con la contaminazione del drammaturgo inglese Tim Crouch, autore di "I, Cinna (The Poet)".

Domenica 4 settembre, ai Musei Capitolini, lettura scenica de "Lo stupro di Lucrezia" eseguita dagli attori Galatea Ranzi e Giulio Scarpati; mercoledì 7 settembre, negli spazi della Centrale Montemartini, "Antonio e Cleopatra" (Morire ad Alessandria, adattamento di Rosy Colombo), ancora con Galatea Ranzi e la partecipazione di Paolo Musio. Potendo accogliere un numero limitato di visitatori-spettatori, la partecipazione agli eventi in programma – gratuita – sarà possibile solo su prenotazione, in www.teatromobile.eu oppure inviando una e-mail a viaggiocongiuliocesare@gmail.com.